Ho già un account cliente Lentiamo

Sferiche o asferiche: quali lenti scegliere?

/

Scritto da Maria Chiara Tarsia il 9/5/2019

Giornaliere, settimanali e mensili, queste sono le principali categorie per distinguere le varie tipologie di lenti a contatto. E' poi possibile scegliere fra lenti colorate, lenti multifocali e lenti create appositamente per coloro che soffrono di presbiopia. Per non parlare di tutte le diverse combinazioni disponibili per correggere contemporaneamente più disturbi visivi. Grazie alle moderne tecnologie, quasi tutte le forme di ametropia possono essere oggi corrette con l'utilizzo di lenti a contatto.

Le categorie sopra citate non sono però le uniche differenziazioni possibili fra tipologie di lenti. Infatti, vi sono una serie di aspetti tecnici che determinano la resa e il comfort delle lenti per ciascun individuo. Per esempio, la curvatura delle lenti a contatto (BC) gioca un ruolo importante nella ricerca delle lenti più idonee. Continuate a leggere per scoprire quanto questi fattori siano cruciali per ottenere la miglior correzione possibile della vista e il miglior comfort dalle vostre lenti a contatto.

Lenti a contatto sferiche e asferiche: la soluzione moderna per le ametropie

La curvatura delle lenti a contatto si differenzia fortemente nei design sferici ed asferici.

Mentre le lenti a contatto asferiche consentono una più precisa distribuzione della luce, le lenti a contatto sferiche non forniscono questo vantaggio aggiuntivo nella stessa misura.

Spheric vs. aspheric lenses

Le lenti a contatto sferiche possiedono delle eccellenti proprietà di resa delle immagini, ma quando il disturbo visivo è piuttosto pronunciato, le lenti asferiche dimostrano delle migliori performance. Questo risulta particolarmente evidente sulle aree marginali della lente. Da lì, la luce viene diretta al punto focale del dispositivo medico.

Per il portatore le differenze non si limitano solamente ad una visione più chiara e nitida. Anche il range visivo risulta meno limitato grazie alla possibilità di sfruttare maggiormente la superficie ottica della lente.

In cerca delle lenti a contatto perfette?

Una vasta selezione di lenti a contatto di ultima generazione ti aspetta su Lentiamo!

Scopri le lenti a contatto top giornaliere e mensili in silicone idrogel, lenti permanenti e lenti con filtro UV dei migliori produttori.

Vai alle lenti a contatto

Quali sono i limiti delle lenti a contatto sferiche?

Le lenti a contatto sferiche sono quelle più comunemente utilizzate. Per lungo tempo, le lenti a contatto sono state prodotte unicamente nei design sferici. Tuttavia, non sempre le lenti sferiche sono la scelta ideale perché non sempre riescono a fornire le qualità ottiche necessarie al portatore. Una prescrizione sbagliata può portare ad aberrazioni visive e conseguente visione offuscata.

Gli ottici chiamano questo fenomeno aberrazione sferica perché si verifica solamente con le lenti a contatto di forma sferica. Non tutti i raggi di luce che colpiscono la superficie della lente convergono successivamente sullo stesso punto. La luce incidente nell'area dei bordi curvi della lente viene rifratta in modo diverso rispetto alla luce che colpisce l'area assiale. Per questa ragione non è possibile per l'occhio mettere a fuoco tutti i raggi di luce allo stesso tempo. Quando questo avviene, il portatore vedrà un'immagine sfocata.

Le lenti a contatto asferiche migliorano il comfort visivo?

Per eliminare lo svantaggio di cui sopra, quando esso si presenta, sono oggi in commercio delle lenti a contatto asferiche, ossia lenti che non hanno un design sferico.

Come le lenti sferiche, le lenti asferiche sono curvate in modo tale da adattarsi perfettamente alla curva naturale della cornea. La differenza risiede nei bordi, che vengono appiattiti. Questo procedimento fa sì che le proprietà ottiche della lente cambino. Grazie ai moderni processi di produzione, è oggi possibile realizzare in serie delle lenti che abbiano questa particolare morfologia.

La superficie così formata consente di evitare o di ridurre le aberrazioni che possono verificarsi utilizzando le lenti a contatto sferiche.

Le lenti possono adattarsi maggiormente alla curva necessaria all'occhio. Esse deviano i raggi di luce nella maniera necessaria al portatore e riducono le possibilità di errori nella messa a fuoco dell'immagine. In questo modo si ottiene una visione quanto più ottimale.

Le lenti a contatto asferiche sono adatte a tutti i portatori?

Per saperlo è fondamentale consultare il proprio specialista, che determinerà se e quali lenti a contatto siano le più idonee per ciascun paziente. Generalmente gli oftalmologi non raccomandano l'utilizzo di lenti asferiche nel caso in cui il paziente abbia subito una operazione al laser per la correzione dell'ipermetropia.

La situazione cambia per i pazienti con cataratte. Poiché in questi casi l'aberrazione sferica è maggiore, in questi casi gli oftalmologi raccomandano le lenti a contatto asferiche o gli occhiali. Inoltre, il tipo di ametropia, così come la patologia, gioca un ruolo importante. Le lenti dalla morfologia asferica sono la scelta ideale per i casi di forte miopia o ipermetropia. Anche ai soggetti che presentano un diametro pupillare piuttosto largo si consiglia questa tipologia di lente.

Le lenti a contatto sferiche in breve

  • Le lenti a contatto asferiche sono simili alle lenti a contatto sferiche. Tuttavia esse non presentano una superficie curvata in maniera perfettamente sferica, ma piuttosto dei bordi appiattiti che consentono un'immagine meno distorta rispetto a quella fornita dalle lenti sferiche. La vista risulta più acuta poiché le lenti asferiche consentono una maggiore visione periferica.
  • Le lenti a contatto asferiche prevengono le cosiddette aberrazioni sferiche (come ad esempio le distorsioni periferiche causate dall'allargamento della pupilla durante alcune attività).
  • Il design delle lenti a contatto asferiche può aiutare a migliorare l'acuità visiva negli ambienti poco illuminati, durante la guida nelle ore notturne, quando si lavora al computer o durante le attività sportive che richiedono una messa a fuoco rapida.
  • Le lenti a contatto asferiche sono in grado di correggere l'astigmatismo lieve (fino a –0.75) o la presbiopia.
  • MA: per alcuni individui la lente a contatto asferica non è la soluzione giusta. Questo avviene quando, per esempio, gli occhi dipendono direttamente dalle aberrazioni sferiche che creano una forma di compensazione che rende più nitida la visione.

Date un'occhiata alle lenti Lenjoy, le lenti a contatto asferiche più convenienti del nostro e-shop. Il design unico di Lenjoy diminuisce le aberrazioni visive e migliora l'acuità visiva anche in condizioni di scarsa luminosità.

Ti piace questo articolo? Condividi con i tuoi amici.

Non perderti nulla di importante.

Iscriviti alla nostra newsletter!

Commenti

  • Anonimo

    Buongiorno, ho sempre utilizzato per anni lenti a contatto +8.00 ma ultimamente causa presbiopia utilizzo Proclear 8.8 BC 14.2 DIA 9.00 PWR (e per compensare la presbiopia applico occhiali +2.00 per la lettura).
    Trarrei beneficio nel passare ad una lente asferica (tipo le Frequency 55)?
    Grazie e cordiali saluti.

    Rispondi
    • Sandro Curatolo
      Lentiamo.it

      Buongiorno. Credo che sarebbe meglio chiedere al tuo specialista di
      suggerirti una buona lente multifocale che è in grado di correggere entrambe le
      difficoltà visive in maniere più completa. La stessa coopervision produce
      delle lenti multifocali nella stessa gamma di quelle che già usi. Rispetto alle
      Frequency 55 ci risulta che siano fuori produzione. Resto a tua
      disposizione!


      Rispondi

I campi segnati * sono obbligatori

I prodotti più venduti