Ho già un account cliente Lentiamo

Tutto sulla prescrizione per occhiali

glasses prescription

Vi siete mai chiesti cosa significhino tutte le voci che trovate sulla vostra prescrizione per occhiali?

Dopo l'esame della vista, leggendo la prescrizione rilasciata dall'oculista o dall'ottico, forse vi siete chiesti il significato di tutti i valori riportati.

Vi sarete chiesti quali siano gli occhiali adatti a voi oppure quale sia il problema visivo da correggere. Probabilmente già sapete che esistono miopia, ipermetropia, astigmatismo e presbiopia… ma sapete quali fra questi riguardano direttamente i vostri occhi?

Leggete la nostra guida per saperne di più sulle prescrizioni per occhiali in Italia e come ordinare facilmente gli occhiali online.

Cosa occorre sapere?

Innanzitutto, vediamo insieme quali sono i disturbi visivi più comuni:

  • Miopia – comporta difficoltà nella visione da lontano; la vista risulta offuscata nelle distanze.
  • Ipermetropia – comporta difficoltà nella visione da vicino. Comporta difficoltà nella messa a fuoco sia da vicino che da lontano, a seconda delle diottrie e dell'accomodamento dei muscoli dell'occhio.
  • Presbiopia – indica la perdita graduale della capacità di mettere a fuoco gli oggetti vicini ed è generalmente causata dall'invecchiamento.
  • Astigmatismo – comporta la messa a fuoco della luce in più di un punto della retina, causando una visione poco nitida.

Tutti i disturbi sopra elencati sono anche detti errori di rifrazione, che occorrono quando gli occhi hanno difficoltà a mettere a fuoco correttamente la luce. La gravità di questi disturbi è indicata nella vostra prescrizione in un'unità di misura detta diottria. Le diottrie rappresentano il livello di correzione necessario per normalizzare la visione. Più grave la miopia (o l'ipermetropia), più elevato sarà il valore delle diottrie indicate sulla prescrizione.

Prescrizione per occhiali

Cominciamo con alcune delle vostre domande più frequenti sulle prescrizioni per occhiali.


Come leggere la prescrizione per occhiali?

La vostra prescrizione potrebbe includere i seguenti termini: Sfera (Sf.), Cilindro (Cil.), Asse (Ax.), Prisma, Base, Addizione, Distanza, Lettura ed altri. Vediamoli più nel dettaglio:

  • Occhio destro (OD) e Occhio sinistro (OS): le prescrizioni possono contenere queste due diciture per esteso o abbreviate in „OD“ e „OS“ (spesso presenti anche nelle prescrizioni internazionali, che prendono queste due abbreviazioni dal latino „oculus dexter“ e „oculus sinister“). Questi valori indicano la differenza dei parametri fra l'occhio destro e l'occhio sinistro.
  • Sfera (Sf.): la Sfera indica il potere correttivo della lente prescritta per la correzione della miopia o dell'ipermetropia. Si misura in diottrie ed è preceduta dal segno + (più) per l'ipermetropia e dal segno – (meno) per la miopia. Si usa il termine „sfera“ perché la correzione di questi due disturbi visivi è „sferica“.
  • Cilindro (Cil.) e Asse (Ax.): il Cilindro e l'Asse (quest'ultimo espresso con un valore fra 0 e 180 gradi) indicano la correzione per l'astigmatismo, per la quale sono sempre necessari entrambi. Se nelle colonne della prescrizione dedicate a questi due parametri non vi è riportato nulla, significa che il paziente non è affetto da astigmatismo. Nella colonna dedicata al Cilindro il valore è preceduto da un segno negativo (per la correzione di astigmatismo miopico) o un segno positivo (per l'astigmatismo ipermetropico).
  • Prisma e Base: il Prisma è il valore usato per la costruzione di occhiali per pazienti affetti da strabismo o visione doppia. Il prisma deflette la luce in modo che questa cada correttamente sulla retina di ciascun occhio. Dopodiché il cervello farà il resto, convergendo le due immagini proiettate sulle retine in un'unica immagine nitida. La direzione del prisma è espressa con un'annotazione che indica la posizione relativa della sua base (ossia il bordo più spesso).
  • Per lettura (o Addizione o Add.): questa voce indica la correzione necessaria in caso di problemi nella visione da vicino. Il potere addizionale ingrandente viene posto sulla parte inferiore delle lenti multifocali per correggere la presbiopia. Questo parametro è sempre di segno positivo, anche laddove il segno positivo non sia riportato sulla prescrizione. Le eventuali diciture „D“ e „N“ indicano l'occhio dominante e l'occhio non-dominante o neutro.
  • Per distanza: durante l'esame della vista, il numero 6/6 o 10/10 indica la distanza a cui viene posto il paziente rispetto alle tabelle di Snellen o Tumbling E usate per misurare l'acuità visiva. Questi numeri indicano generalmente che il visus del paziente è ottimale.

dioptre values for myopia and hyperopia
Nota: il potere di sfera, cilindro e addizione è sempre espresso in diottrie. Sono solitamente in forma decimale e in scarti da quarti di diottria (ad esempio: –1,0 dpt). L'asse è espresso con un numero intero che può andare da 1 a 180 e indica un meridiano, non un potere. Quando le diottrie del prisma sono indicate in forma decimale, solitamente solo una cifra appare dopo il punto (ad esempio, 0.5).

Quali caratteristiche speciali potrebbero avere i miei occhiali?

Molto probabilmente la vostra prescrizione riporterà solo i parametri sopra descritti. Tuttavia in alcuni casi lo specialista potrebbe includere ulteriori parametri. Questi possono essere:

  • Distanza interpupillare: oltre ai parametri principali, la prescrizione potrebbe includere questa voce, che indica la distanza fra le due pupille (il punto nero al centro dell'occhio). Si misura in millimetri.
  • Lente: indica le specifiche necessarie per la costruzione delle lenti necessarie al paziente, incluse le annotazioni riguardanti il design e la funzionalità (singola, bifocale, progressiva, etc.). A volte è indicato anche il marchio della lente da montare.
  • Antiriflesso: la copertura AR migliora la nitidezza consentendo un maggior passaggio di luce e riducendo i fastidi causati dalla luce riflessa.
  • Protezione UV: la protezione UV protegge gli occhi dai danni causati dalle radiazioni solari.
  • Lenti Transition: le lenti Transition o fotocromatiche sono prodotte con una speciale tecnologia che rende le lenti in grado di scurirsi a seconda dell'intensità della luce. All'esterno, in una giornata soleggiata, i vostri occhiali da vista si trasformeranno in occhiali da sole!
  • Filtro per la luce blu: queste speciali lenti sono provviste di una copertura che protegge gli occhi dalla luce blu emanata dai dispositivi digitali.


Cercate dei nuovi occhiali di buona qualità? Visita la nostra selezione montature firmate.

Cosa si intende per lenti progressive, bifocali o a visione singola?

  • Le lenti progressive combinano tre prescrizioni in un unico paio di occhiali. Consentono di mettere a fuoco da molto vicino (come, ad esempio, durante la lettura), a media distanza (durante l'utilizzo del pc) e a distanza (come quando si guida) senza che sia necessario cambiare gli occhiali. Talvolta sono anche dette lenti multifocali. Le lenti progressive sono una versione più moderna delle lenti bifocali o trifocali.
  • Le lenti bifocali sono contraddistinte da due distinti poteri ottici. Sono generalmente prescritte a coloro che soffrono di presbiopia ma necessitano anche di una correzione per miopia, ipermetropia e/o astigmatismo.
  • Le lenti a visione singola sono le più comuni. L'intera zona ottica di queste lenti risponde ad una sola prescrizione. Sono usate per la correzione di miopia, ipermetropia ed astigmatismo. Le lenti a visione singola sono utilizzate anche per la costruzione degli occhiali da lettura.


Per saperne di più

Tanti consigli per acquistare gli occhiali da sole e da vista perfetti.