E' possibile ordinare via telefono: 0444 1565390

Accesso

PUB-Conosci la storia delle lenti a contatto? Forse non tutti sanno che...

L'invenzione delle lenti a contatto morbide è solo l'ultimo capitolo di una storia che affonda le sue radici molti, moltissimi anni prima. Per la serie “forse non tutti sanno che…”, abbiamo deciso di raccontarvi la storia degli studi e delle ricerche che oggi ci permettono di vedere senza l'ausilio degli occhiali. Siccome si tratta di una lunga storia, abbiamo deciso di creare due post, una sorta di miniserie per i nostri affezionati e curiosi lettori!

C'era una volta Leonardo da Vinci

Pittore della celebre Gioconda (ma non solo!), ingegnere e scienziato è recentemente ritornato alla ribalta grazie al best seller di Dan Brown. La curiosità di Leonardo era tale da spingerlo ad analizzare e affrontare temi diversi e lontanissimi tra loro. Non deve stupire quindi se il suo interesse si concentrò anche sui disturbi della vista e se – nei limiti delle possibilità dell'epoca, riuscì a trovare delle soluzioni. In particolare il grande scienziato ebbe una grande intuizione: immergendo l'occhio in un piccolo recipiente sferico di vetro, la vista era alterata. Correva l'anno 1508.

Dall'intuizione di Leonardo agli studi di Descartes …

Un secolo più tardi Cartesio, matematico e filosofo per primo descrisse, come avrebbe dovuto essere concepita la lente da applicare all'occhio per correggere la vista. Un enorme passo avanti che però all'epoca sembrava impossibile da realizzare. Il progetto di Cartesio rimase sulla carta fino a quando…

A Wiesbaden, un abile maestro vetraio riesce a trasformare la teoria in realtà

Nel 1887, per alleviare le sofferenze di un uomo che a causa di una malattia non aveva più le palpebre, il vetraio F.E Muller creò delle lenti in vetro che permisero all'uomo di sopravvivere alla secchezza degli occhi: certo, non risolvevano alcun difetto della vista, ma i semi di ciò che sarebbero diventate le lenti a contatto erano stati piantati. Le lenti create da Muller durarono per circa venti anni!

Dopo solo un anno lo svizzero Adolf Fick riuscì a creare una sorta di “stampo della cornea” dal quale l'azienda Zeiss di Jena riuscì per prima a produrre lenti a contatto in serie! E fu proprio Mr. Fick a coniare il termine “lenti a contatto”

La prima metà del 20 ° secolo? Vetro e plexiglass!

Durante i primi anni dell'900 chi aveva problemi alla vista indossava gli occhiali. Del resto, diciamolo, indossare un pezzo di vetro non doveva essere un'esperienza favolosa!

Tuttavia la ricerca e lo sviluppo sono continuati e nel 1928 la Zeiss Optical – dopo aver iniziato a produrre lenti con diversi gradi di potere ottico riuscì a sostituire il vetro con la plastica, o meglio: con il plexiglas

Di lì a poco, gli americani Obrig e Mullin incominciarono a vendere prima lenti con il bordo in plastica (1938), poi interamente in plastica (1939), sia in Olanda che in Belgio.

Nel 1928, la fabbrica Zeiss Optical ha iniziato a produrre le lenti con diverso grado di potere ottico, otto anni più tardi fragile e pericoloso vetro fu sostituito con plastica – plexiglass. Chi ha fatto le prime lenti di plastica, non è del tutto chiaro. Gli americani Obrig e Mullin hanno cominciato la vendita di lenti con bordo di plastica nel 1936, interamente in plastica nel 1938 e nel 1939 in Olanda e Belgio.

Nonostante i grandi passi in avanti,bisognerà aspettare gli anni sessanta e Otto Wichterle perchè le lenti diventino più popolari

Ma questa storia ve la racconteremo la prossima volta :)

Ti piace questo articolo? Condividi con i tuoi amici.

Commenti

Nessuna domanda...

I campi segnati * sono obbligatori

Leggi anche…

Mai visto un film in 3D?

E come si fa senza le lenti a contatto? Nessun problema!

Vedi tutto il testo

Il mare, la piscina, la sauna: quando come e perchè?

Lo sentite il profumo dell'estate? Ci siamo quasi…

Vedi tutto il testo

Avrei una domanda: Per quanto tempo posso indossare un paio di lenti?

Per quanto tempo posso indossare un paio di lenti?

Vedi tutto il testo

Il sole? Un vero amico...per tante buone ragioni!

Lo abbiamo atteso, invocato, sognato: ora dobbiamo solo

Vedi tutto il testo

Non perderti nulla di importante.

Iscriviti alla nostra newsletter!