E' possibile ordinare via telefono: 0444 1565390

Ho già un account cliente Lentiamo

Emicrania oftalmica: quali sono le cause dell'emicrania agli occhi e i trattamenti

emicrania oftalmica

Improvvisi lampi di luce, visione tremolante o punti neri. Vi capita di avvertire sintomi di questo tipo? Se sì, potreste soffrire di emicrania oftalmica.

Ma cos'è l'emicrania oftalmica e come si differenzia da una normale emicrania? Quanto è pericolosa e come prevenire ulteriori episodi?

Gli esperti di Lentiamo sono pronti a spiegarvi il quadro generale e le opzioni di trattamento.

Quali sono i diversi tipi di emicrania?

Tutti conosciamo l'emicrania. In poche parole, un acuto mal di testa che può durare per ore.

In certi casi, vi sono alcuni sintomi che segnalano l'arrivo di un'emicrania prima che questa si manifesti. Si tratta della cosiddetta aura emicranica. Alcuni dei sintomi dell'aura sono molto simili a quelli dell'emicrania oftalmica. Per esempio, molte persone che soffrono di emicrania hanno disturbi visivi prima di avvertire un forte mal di testa.

L'emicrania oftalmica è molto diversa dall'emicrania con aura. Nella maggior parte dei casi, l'emicrania di natura oculare dura solo pochi minuti e si limita a sintomi che coinvolgono gli occhi, di solito senza cefalea.

Un sottotipo di emicrania oftalmica è l'emicrania retinica. Questo tipo di emicrania colpisce la retina e si riconosce dal fatto che si manifesta solo in un occhio.

Posso indossare gli occhiali o le lenti a contatto in caso di emicrania oftalmica?

In caso di emicrania oculare è possibile indossare le lenti a contatto. Tuttavia, cercate di non affaticare ulteriormente gli occhi durante un attacco e cercate di farli riposare. Naturalmente, è possibile indossare gli occhiali anche in caso di emicrania oculare.

Se generalmente si prova sollievo applicando delle gocce per occhi, allora si possono usare senza problemi anche durante un'emicrania oftalmica.

Quali sono le cause dell'emicrania oftalmica?

Le cause esatte dell'emicrania oftalmica non sono ancora del tutto note. Tuttavia, si sospetta un disturbo circolatorio dell'occhio e spasmi dei vasi sanguigni della retina. Di conseguenza, aree importanti dell'occhio, responsabili della visione, non ricevono più un sufficiente apporto di sangue e ossigeno.

Si sospetta anche che uno stato di debolezza dei nervi possa portare all'emicrania oculare. Se le vie nervose sono disturbate, la visione è compromessa.

L'emicrania oculare può essere influenzata anche da fattori genetici e spesso è scatenata da stimoli, i cosiddetti trigger o fattori scatenanti.

Cosa può scatenare un'emicrania oftalmica?

Come già accennato, l'emicrania è spesso scatenata da stimoli. Pertanto, vale la pena di andare a fondo della causa. Alcuni di questi fattori scatenanti possono essere:

  • Carenza di sonno
  • Stress
  • Consumo di alcolici
  • Cambiamenti ormonali
  • Luci intense
  • Cambiamento delle condizioni meteorologiche
  • Fragranze forti, come ad esempio alcuni profumi
Scoprire la causa dell'emicrania può richiedere molto tempo, ma ne vale la pena! Se si riesce a evitare la causa scatenante, si possono prevenire ulteriori episodi.

Quali sono i sintomi dell'emicrania oftalmica?

I sintomi dell'emicrania agli occhi sono diversi da quelli delle altre emicranie. Nell'emicrania oftalmica i sintomi sono principalmente e soprattutto visivi. Solo in rari casi si verificano lievi mal di testa e vertigini. I sintomi tipici dell'emicrania agli occhi sono:

  • Lampi di luce nel campo visivo
  • Sfarfallamento o tremolio agli occhi
  • Aloni nel campo visivo
  • Sensibilità alla luce
  • Limitazioni del campo visivo

Il tremolio può essere percepito anche a occhi chiusi, poiché è di origine nervosa.

Nell'emicrania oftalmica i sintomi si manifestano in entrambi gli occhi. Se i sintomi si manifestano solo da un lato, potrebbe trattarsi di emicrania retinica. Con l'emicrania retinica si ha una perdita del campo visivo. A seconda dell'entità dell'alterazione del flusso sanguigno, si può addirittura andare incontro a cecità temporanea. Un leggero mal di testa è spesso un effetto collaterale.

Prestate attenzione ad eventuali lampi di luce nel campo visivo! I lampi di luce possono essere anche sintomi di altre patologie oculari. In alcuni casi, è necessario agire rapidamente quando si notano ripetutamente dei lampi di luce nel proprio campo visivo, come nel caso di un distacco della retina. In caso di emicranie oftalmiche, è quindi consigliabile consultare un oculista per escludere altre malattie.

Quali sono le opzioni di trattamento per l'emicrania oftalmica?

I tremolii o i lampi di luce negli occhi possono essere preoccupanti. È facile chiedersi se si tratti di qualcosa di grave come un'ischemia o un distacco della retina.

Nella maggior parte dei casi, tuttavia, l'emicrania oftalmica è completamente innocua e i sintomi scompaiono da soli. Non è necessario assumere alcun farmaco. Solo in pochi casi vengono somministrati degli analgesici.

In caso di emicrania retinica, le preoccupazioni sono fondate, poiché esiste un piccolo rischio di danni secondari alla retina.

Se si è colpiti per la prima volta da un'emicrania oftalmica, è consigliabile rivolgersi a un oculista per accertarsi che si tratti davvero "solo" di un'emicrania agli occhi e non di un'altra malattia. Il medico esaminerà la parte posteriore dell'occhio con una lampada a fessura per determinare lo stato di salute dell'occhio.

Quali sono i rimedi casalinghi per trattare l'emicrania oftalmica?

Se soffrite di emicrania oftalmica, vi consigliamo di riposare e, possibilmente, di stare in una stanza buia. Prendetevi un po' di tempo e rilassatevi finché i sintomi non si saranno attenuati.

Anche l'applicazione di panni o impacchi rinfrescanti sugli occhi può contribuire ad alleviare più rapidamente i sintomi.

Cercate anche di individuare il fattore scatenante dell'emicrania oftalmica per prevenire ulteriori attacchi.

L'emicrania in gravidanza è rischiosa?

Non è raro che per alcuni soggetti il primo attacco di emicrania o di aura emicranica si verifichi durante la gravidanza. I sintomi comprendono in genere zigzag luminosi che partono da un piccolo punto. Questi sintomi generalmente scompaiono da soli e non sono motivo di preoccupazione.

Durante la gravidanza possono manifestarsi altri disturbi visivi. La prima cosa da fare è rivolgersi al ginecologo o al medico di famiglia se ciò accade. Nel 2-5% delle donne in gravidanza, gli occhi possono essere colpiti negativamente. Durante i disturbi visivi, la pressione sanguigna della futura mamma può aumentare pericolosamente, per cui è molto importante consultare un medico. Oltre ai disturbi visivi, il viso può gonfiarsi. In questo momento è quindi necessaria la massima cautela rispetto a un episodio "normale".

 


 

Volete saperne di più su malattie come il glaucoma? Leggete la guida di Lentiamo sulle patologie oculari.